(Articolo a cura di Metasicurezza)

Il datore di lavoro attua le misure tecniche ed organizzative adeguate per ridurre al minimo i rischi connessi all’uso delle attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori e per impedire che dette attrezzature possano essere utilizzate per operazioni e secondo condizioni per le quali non sono adatte.

Il datore di lavoro prende le misure necessarie affinché le attrezzature di lavoro siano:

  • Installate in conformità alle istruzioni di fabbrica;
  • Utilizzate correttamente;
  • Oggetto di idonea manutenzione al fine di garantire nel tempo la rispondenza ai requisiti e siano corredate, ove necessario, da apposite istruzione d’uso.

Non vanno inoltre dimenticati gli adempimenti relativi all’informazione, la formazione e l’addestramento dei lavoratori.

Inoltre, sono richieste una serie di verifiche periodiche su attrezzature di lavoro mobili, semoventi o non semoventi, attrezzature destinate a sollevare carichi, attrezzature per lavori in quota, all’impiego delle scale a pioli e dei ponteggi, l’impiego di sistemi di accesso e di posizionamento mediante funi.

Qualora i lavoratori non utilizzino attrezzature di lavoro in conformità alle disposizioni di cui al titolo III del D.Lgs. 81/08 e nel caso tali lavoratori non si muniscano dei dispositivi di protezione individuale o questi ultimi non vengano utilizzarti conformemente alle disposizioni prevista la sanzione dell’arresto fino a un mese o dell’ammenda da 223,36 a 670,09 euro

Fonte: smart24hse.ilsole24ore